Breaking News

L’Ocse ‘vede nero’ sulle prospettive dell’economia italiana


Le stime per il prossimo anno dell’Ocse, dopo la crescita zero del 2019 già prevista a maggio e abbassata di 0,2 punti, uno +0,4%.

L’Italia si conferma ‘cenerentola’ fra le grandi economie: il taglio più netto (-0,2 punti per la stima 2019 e -0,6 punti per il prossimo anno) è quello operato alle previsioni sulla Germania che comunque dovrebbe mettere a segno nel biennio una crescita rispettivamente dello 0,5 e dello 0,6%. L’Ocse segnala come l’Italia – assieme alla Germania – sconti, nella sua crescita “molto più debole del resto dell’Eurozona”, “la forte esposizione ai problemi per il commercio globale e le dimensioni del proprio settore manifatturiero.

Più netto del 2019 (-0,4 punti a +3,0%) il taglio sulla stima di crescita globale per il 2020. Si tratta – ricorda l’Ocse – della crescita annua più bassa dallo scoppio della crisi finanziaria, alla luce di un aumento dei rischi al ribasso.

(Articolo tratto da www.adnkronos.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *