Breaking News

Ocse Migration Outlook 2019: due migranti su tre hanno posto di lavoro

Nel 2017 la popolazione nata all’estero e residente in Italia contava 6,1 milioni di persone, pari al 10%, con una crescita del 4% dal 2007. Il 54% di esse erano donne. I principali Paesi di provenienza erano Romania (17%), Albania (8%) e Marocco (7%). Lo rileva l’Ocse nel capitolo del Migration Outlook 2019 dedicato all’Italia.

Oltre due migranti su tre hanno un posto di lavoro: e’ quanto emerge dall’ultimo Ocse Migration Outlook 2019 presentato oggi a Parigi, che smentisce la diffusa “percezione” secondo cui i migranti “prenderebbero il posto” ai lavoratori locali. In realta’, ha detto il segretario generale dell’Ocse Angel Gurria in conferenza stampa a Parigi, l’impatto dei migranti sui lavoratori locali “e’ molto limitato”. In media, nel 2018, il loro tasso di occupazione nei Paesi dell’Ocse e’ stato del 68,3%, a solo 2,4 punti da quelle delle “persone nate nel Paese”; mentre il tasso di disoccupazione e’ passato dal 9,4% all’8,7% tra il 2017 e il 2018. Una tendenza che nasconde tuttavia forte disparita’.

 (Articolo tratto da www.ansa.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *